Dic 19, 2013 - arte    No Comments

Caro Babbo Natale…

Visto che quest’anno sono stata molto ma molto buona e paziente, Babbo Natale (che alle Piane arriva in anticipo ) mi ha già portato i regali che desideravo…uno di questi è il libro…

1707018_0

adoro Friduccia!!! ^_^

 

Dic 10, 2013 - arte, blog life, quadri    No Comments

Vi racconto la storia di Danae…

Danae

100×100 olio su tela (rubato lenzuolo di mamma) con sabbia di fiume

A Danae, figlia di Acrisio e Aganippe, era stato predetto che il figlio da lei partorito avrebbe ucciso Acrisio; allora il padre, temendo che la profezia si avverasse, la rinchiuse in una prigione dai muri di pietra. Ma Giove, mutatosi in una pioggia d’oro, giacque con Danae; da quell’amplesso nacque Perseo. Il padre, a causa dell’atto impudico, la rinchiuse insieme a Perseo in un cofano, che gettò in mare. Per volere di Giove il cofano fu sospinto fino all’isola di Serifo; quando il pescatore Ditti, che lo trovò e lo forzò, vide la donna con il bambino, li portò dal re Polidette, che sposò Danae e fece allevare Perseo nel tempio di Minerva. Non appena Acrisio venne a sapere che i due erano alla corte di Polidette, partì per andare a riprenderseli; quando arrivò, Polidette intervenne in loro favore e Perseo giurò al nonno che non l’avrebbe mai ucciso. Acrisio fu poi trattenuto colà da una tempesta e nel frattempo Polidette morì. Vennero indetti dei giochi funebri in suo onore, durante i quali un disco lanciato da Perseo, deviato dal vento, colpì al capo Acrisio, uccidendolo; e così ciò che Perseo non volle fare di sua volontà fu compiuto dagli Dèi. Una volta sepolto Polidette, Perseo partì per Argo e prese possesso del regno del nonno.

Dic 9, 2013 - arte, manifestazioni, quadri    1 Comment

Sottozero Winter Festival

996652_252432624910923_1374142473_n

Dopo aver preso parte al Sottozero Winter Festival, una manifestazione organizzata dalla Proloco di Alba Adriatica, ho ricevuto (oltre a tanto freddo) una boccata d’aria che mi ha fatto ricordare chi sono…per questo oggi aggiungo nella mia galleria una delle mie incisioni preferite che ho fatto all’ultimo anno di accademia.

Purtroppo l’incisione come l’arte stessa non ha la giusta considerazione da queste parti ed è anche molto difficile creare uno studio di incisione, per spazio e soldi…

Volevo mettere la stampa che ho fatto in memoria della mia carissima amica Enrica, scomparsa l’8 dicembre del 2002, ma appena mamma mi dice dove ha riposto la cartella con le mie stampe, la inserirò!

IMG

Ago 18, 2011 - arte    No Comments

mix

Ago 17, 2011 - arte, quadri    No Comments

Il quadro della settimana…La vendetta delle Baccanti (L’uccisione di Orfeo)

 

l'uccisione di orfeo.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Olio su tela e foglia  d’oro per la lira (70×100)

Rispetto ad altri contenuti della vastissima mitologia classica, la figura di Orfeo potrebbe sembrare quasi riduttiva. Tale mito, invece, è di particolare importanza nella cultura occidentale, per gli innumerevoli panorami filosofici che ispira, contrapponendo ad una mitologia aperta e magmatica un’altra dai contorni più intimistici.

Quello che ho voluto rappresentare va oltre alla storia che siamo abituati a sentire…Orfeo che torna negli inferi a riprendere il suo amore Euridice e non riesce a salvarla perche si volta per guardarla…! Ma non tutti sanno che al fallimento dell’impresa negli Inferi, infatti, Orfeo si ritirò sul monte Rodope, in Tracia, dove cominciò a ricevere uomini e ragazzi che istruiva secondo regole ascetiche, insegnando loro come sopportare un’astinenza prolungata, oppure indottrinandoli sull’origine del mondo e degli dei. Il suo bell’aspetto non passò inosservato tra le donne del luogo, particolarmente tra alcune Baccanti, peraltro irate a causa dell’indifferenza e della scarsa devozione che Orfeo manifestava nei confronti del culto di Bacco. Ciò fu alla base della tragica fine del poeta che aveva sfidato e quasi vinto la Morte.

Le sacerdotesse di Dioniso lo faranno a pezzi gettando i suoi resti nel fiume Ebro.

 

 

   
Lug 2, 2011 - arte, quadri    No Comments

il quadro della settimana…Clizia

clizia.jpgClizia era una ninfa innamorata di Apollo: quando si accorse che il dio la trascurava per un’altra donna, gelosa, decise di rivelare al padre della rivale l’unione di sua figlia con il dio del Sole, e questo la fece seppellire viva. Apollo, però, perduta l’amata Leucòtoe, non volle più vedere Clizia, la quale, perciò, cominciò a deperire, rifiutando di nutrirsi e bevendo solamente la brina e le sue lacrime. La ninfa trascorse il resto dei suoi giorni seduta a terra ad osservare il dio che conduceva il carro del Sole in cielo senza rivolgerle neppure uno sguardo, finché, consumata dall’amore, si trasformò in un fiore, che cambia inclinazione durante il giorno secondo lo spostamento dell’astro nel cielo, e perciò è detto girasole.

 

Olio su cartone telato, 50×30. 2006.

Lug 2, 2011 - arte, manifestazioni, quadri    2 Comments

la mia prima mostra…

http://www.rivieraoggi.it/2006/05/25/20038/donne-e-mitologia-una-mostra-al-punto-einaudi/

Donne e mitologia, una mostra al Punto Einaudi

A partire da sabato prossimo l’artista monteprandonese Fabiola Ciarrocchi espone una sua personale intitolata “Fables Mythologique de femme” al Punto Einaudi di San Benedetto

di: 25 maggio 2006 @16:09

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Aprirà il prossimo 27 maggio presso il Punto Einaudi di via XX Settembre, a San Benedetto del Tronto, “Fables Mythologique de femme (Racconti mitologici sulle donne)” la personale di Fabiola Ciarrocchi, artista monteprandonese emergente alla sua prima mostra.
La Ciarrocchi, appassionata dell’arte fin da piccola, ha messo in pratica questa sua passione frequentando prima l’Istituto d’Arte di Ascoli Piceno e poi l’Accademia di Belle Arti di Urbino laureandosi nel 2003 discutendo una tesi sulle tecniche d’incisione dal titolo “Gli incisori Piceni del ‘900”.
La sua passione è dipingere su tela con colori ad olio; predilige le tele di grandi dimensioni perché le permettono di raffigurare al meglio i soggetti da rappresentare. Nei suoi lavori prevale la figura femminile, quella maschile è assente, avvolte inserita come natura morta o nascosta sotto forma di entità innaturale.
Il fatto di preferire figure femminili è presto spiegato dal fatto che lei stessa si identifica nel personaggio raffigurato cercando di trasmettere quante più emozioni possibili. Donne appariscenti, vestite alla moda, inserite in un contesto antico, quello della mitologia greca, un mondo che ha sempre ispirato i grandi artisti del passato, che ha sempre qualcosa di nuovo da scoprire.
Questi alcuni dei quadri che si potranno ammirare alla sua mostra: “L’uccisione di Orfeo” dove nella tela è rappresentata una delle donne che lo hanno ucciso la quale stringe tra le mani la lira del dio assassinato; “Clizia” una delle amanti di Apollo; la ninfa viene ripudiata dal dio del Sole e trascorre il resto dei suoi giorni a guardare il carro del suo amato e consumata dall’amore si trasforma in girasole.
“Danae” una giovane donna che viene rinchiusa dal padre in una stanza per non farle avere rapporti con l’esterno. Zeus, invaghito di lei, si trasforma in cascata d’oro e la raggiunge.
Queste e tante altre opere potranno essere ammirate fino alla fine di luglio presso il Punto Einaudi di San Benedetto dal lunedì al sabato dalle ore 16:30 alle ore 20.

<!– –>

Apr 25, 2008 - arte, murales    No Comments

Murales

Pagine:12»